Profumo di casa mia: la candeggina!

Uno dei primi prodotti di pulizia che ho portato a casa durante il trasloco è stata la candeggina!

Di solito si usa per il bucato o per lavare i pavimenti, ma io oltre a quello la uso soprattutto per l’igiene del bagno e della cucina! Come? Vediamolo!

Prima di iniziare: Togliere anelli, bracciali, catenine e infilare i guanti di plastica!!!!

UNA TOILETTE CANDIDA

Avete presente quell’orribile alone inizialmente giallastro, poi sempre più scuro, che si crea nella parte bassa della tazza del water, dove c’è l’acqua?

IO LO ODIO! E non solo per l’antiesteticità, anche per il senso di sporcizia che trasmette! (attenzione però, non vuol dire che il bagno sia effettivamente sporco, dipende dal calcare dell’acqua).

Per debellarlo ogni due o tre giorni verso l’equivalente di un bicchiere di candeggina nella tazza, chiudo il coperchio e lo lascio lì per un po’ (di solito finchè non ho bisogno di usare il bagno).

TA – DAAAAA

Tazza del water pulita e profumata (???) con pochissimo sforzo!

PLASTICA BIANCA MACCHIATA

Ci sono alcuni cibi che macchiano naturalmente quasi qualsiasi materiale con il quale entrano in contatto e per quanto uno strofini è inutile, quelle macchie non vanno via!

A me è capitato con il tappo del mio frullatore: dopo aver fatto uno smoothie alle carote, ho appoggiato il tappo sul lavello, pensando di lavarlo una volta finito di bere. Quanto sarà stato lì? Forse 10 minuti? Quando l’ho ripreso in mano era tutto a pois arancioni!

È bastato però versarci sopra un po’ di acqua bella calda con qualche goccia di candeggina e lasciarlo lì per un’oretta, lavarlo con cura con un detersivo per piatti e… BOOM! Come nuovo!!!

MUFFA

A volte succede che qualche cibo fa la muffa, questa si attacchi ostinatamente ai contenitori.
Nel mio caso, si solito quel qualcosa è il bicchiere del frullatore dopo che è stato “”””””””lavato”””””””” dal mio ragazzo.

Invece di mettere a rischio le dita, litigando con lame e spazi angusti, nei quali la muffa ama svilupparsi, è sufficiente mettere del contenitore ammuffito dell’acqua calda e un po’ di candeggina (non troppa! dev’essere ben diluita) e lasciarlo lì finchè non vedrete la muffa staccarsi da sola.
Come nell’altro caso, dopo lavate con cura con un detersivo per piatti e avrete il contenitore disinfettato e pronto per nuovi utilizzi!

LAVELLO BRILLANTE

Una volta a settimana coccolo il lavello: dopo aver lavato tutti i piatti, lo riempio di acqua calda, aggiungo un bicchiere di candeggina e lo lascio lì per un’oretta.
Finito il trattamento, lo risciacquo strofinando leggermente con una spugnetta apposita (non quella dei piatti) e se sento odori sgradevoli provenire dallo scarico ci metto un cucchiaio di bicarbonato con il succo di un limone, facendo poi scorrere nuovamente l’acqua bella calda.

E voi cosa usate per pulire al meglio la vostra casa? Avere un prodotto “passe-partout”?

Annunci

4 pensieri su “Profumo di casa mia: la candeggina!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...